Enrica Rèpaci, autrice e responsabile del sito, vive e lavora in provincia di Varese.

Psicologa, libera professionista, iscritta all’Ordine Psicologi della Lombardia, ha incontrato persone con sordità fin dall’inizio degli anni ’80. Da allora ha maturato sempre più l’interesse per l’approfondimento di questo complesso e variegato fenomeno, impegnandosi sia a livello professionale che di volontariato.

Ha collaborato e collabora con Enti e Istituzioni del settore pubblico e del privato, nell’ambito di progetti educativi –  abilitativi e riabilitativi e di sensibilizzazione sul tema della Diversità e diversabilità (vedi in particolare: Progetto Kimu; Progetto Comunic–abilità; Progetto Onde; Progetto Comunic-Azione) e nella formazione e supervisione di operatori.

Svolge libera attività di consulenza, sostegno psicologico, e riabilitazione – non solo nel campo della disabilità sensoriale uditiva – avvalendosi anche, quando necessita, della lingua dei segni italiana LIS.

Relatrice a numerosi convegni ed organizzatrice di eventi pubblici in materia di disabilità sensoriale uditiva, è autrice di articoli e pubblicazioni.

Nel 2007 ha voluto realizzare questo sito "Arcipelago Sordità" per condividere "in rete" la sua esperienza professionale e di volontariato e nel 2012 ne ha dato una nuova e aggiornata versione.

Negli anni dal 1997 al 2003, è stata consulente tecnico – scientifico della Provincia di Varese, Settore Politiche Sociali, Disabilità sensoriale, con incarico di: consulenza tecnica e propositiva all’Ente  in materia di disabilità sensoriale uditiva, consulenza all’Ente nei rapporti con Enti e Istituzioni del territorio, responsabile dell’attuazione dei progetti del Gruppo di Lavoro Sordità interistituzionale; consulenza a Comuni e Scuole, verifica tecnica del lavoro svolto dagli operatori domiciliari, gestione dell’anagrafe della sordità sul territorio provinciale, progettazione e coordinamento corsi di formazione per operatori, collaborazione intersettoriale ( Politiche Sociali, Politiche del Lavoro, Cultura). Ha contribuito allo sviluppo delle iniziative in campo educativo – sociale a favore dei bambini e adolescenti con sordità, nell’ottica di un servizio socio sanitario integrato.

Già  nella metà degli anni ’80, aveva svolto una ricerca per conto del Centro Documentazione della Provincia, CEDOC,  unica in Italia, su “Gli audiolesi in età evolutiva in provincia di Varese”, i cui risultati, riguardanti 179 bambini in età compresa fra 0 e 18 anni ( campione ampiamente significativo, pari all’80% della popolazione infantile con sordità presente in provincia di Varese nel 1984), furono presentati durante una conferenza pubblica presso l’Amministrazione Provinciale di Varese nel giugno dell’89 (pubblicazione di ASK Edizioni, Quaderni CEDOC, 1988).

Nel 1985, a Roma, insieme con la Prof.ssa DR. Zora Drezancic e con operatori della riabilitazione e genitori, è stata membro fondatore di ARMEL – Amici Ritmi Musicali e Linguistici (oggi Pedagogia Drezancic Armeldue ONLUS, Roma), Associazione nata per la promozione e diffusione del Metodo messo a punto dalla Prof.ssa Sci. DR. Zora Drezancic, per la comunicazione orale e scritta con le strutture musicali. Allieva e poi assistente della Professoressa Drezancic, si è impegnata a divulgare il Metodo attraverso l’organizzazione di seminari teorico – pratici, corsi, giornate di studio, conferenze, coinvolgendo le strutture sanitarie, sociali e scolastiche del territorio varesino. E’ anche membro di P.A.PE.B., Alessandria, e collabora con G.P.L.S. di Prato, entrambe Associazioni anologhe ad ARMEL.

E’ stata presidente dell’associazione A.Fa.B.I., Associazione Famiglie Bambini Ipoacusici della provincia di Varese, dal 1982 al 1990, e successivamente in qualità di socia e consulente, ha continuato a  partecipare alle attività di volontariato. Ha svolto compiti di coordinamento, progettazione e conduzione di iniziative pubbliche, ha tenuto rapporti con Enti e Istituzioni del territorio, ha partecipato ai lavori della FIADDA (prima della sua trasformazione in Associazione Nazionale), Federazione Italiana Associazioni Difesa Diritti Audiolesi, fino al 1990.

E’ stata membro del G.L.H. – Gruppo di Lavoro Handicap del Provveditorato agli Studi di Varese fin dal 1984, in qualità di rappresentante dell’Associazione A.Fa.B.I. – Associazione Famiglie Bambini Ipoacusici. Dal 2005 è membro del G.L.I.P. – Gruppo di Lavoro per l’integrazione scolastica del C.S.A. / U.S.T. di Varese, quale esperta nominata da E.N.S. – Ente Nazionale Sordi, sezione di Varese.

 

2009 – "Rischio sordità: c’è una soluzione unica?", Il Quaderno Montessori 104, pdf QUI integrale
2008 – "In ricordo d Zora Drezancic", in Suono&Vita, n. 16, novembre 2008, pdf QUI
2008 – Il bambino con sordità – Seminario ENS regionale/Lombardia "Sordità a scuola", pdf QUI
2008 – Comunicazione umana – Università dell’Insubria, pdf QUI
2008 – "I figli ci mettono in discussione", Effeta – Fondazione Gualandi, pdf QUI
2007 – "Il bambino in cerca di una relazione autentica" – Accaparlante, Erickson,pdf QUI
2007 – "Ben-essere in famiglia" – Convegno Città di Cassano Magnago e Associazioni, pdf QUI
2007 – Progetto Onde
2007 – "Il mio viaggio nell’Arcipelago Sordità", QUI
2006 – Progetto Comunic-abilità
2006, "Mai più bambini sordi? A proposito di uno slogan", Effeta – Fondazione Gualandi, pdf QUI
2005 – Progetto Kimu
2004 -"Sordità e dintorni" – Convegno Linear "Insieme nel mondo dei suoni", Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI), pdf QUI
2004 – "Il linguaggio è istintivo anche nei bambini sordi", in Suono&Vita n. 3, luglio 2004, pdf QUI
2001 – “Sordità, fenomeno complesso e biotecnologico”, in “Arcipelago Diversità”, Bulzoni Ed.
1988 – “I Soggetti audiolesi in età evolutiva in provincia di Varese”, Quaderni CEDOC, ASK Ed, QUI